0782100000.jpg0782100000.jpg
Politica penale dell'emergenza e Costituzione
SKU: 0782100000
Riccio Giuseppe
35,00 €
not available Notify Me

Collana:

"Univ.degli Studi di Salerno Pubblicazioni - Sezione Studi Giuridici"
Vai alla collana >>>

Nr. Volume
1
Formato
17x24
Nr. Pagine
267
Mese Pubblicazione
Giugno
Anno Pubblicazione
1982
La particolare situazione politica e sociale del nostro paese ha prodotto, dalla fine del 1974, una serie di interventi legislativi, volti a combattere il fenomeno della violenza 'politica', che, nonostante la diversa denominazione, costituiscono oggi la c.d. legislazione penale dell'emergenza. Su queste leggi si annota una sostanziale convergenza di critiche da parte della dottrina processualpenalistica, che, però, ha circoscritto il dissenso alla coerenza di specifiche ipotesi rispetto alle tradizionali figure codicistiche. Solo raramente essa si è spinta a sottolineare i guasti che una normativa penalistica 'tampone' produce nel processo di sensibilizzazione ai principi costituzionali, o a rilevare la involuzione rispetto alle avviate riforme dei codici, in particolare a quella del processo penale. Ancor più raramente si è colta l'intima coerenza delle diverse leggi e l'effettivo svuotamento della natura strumentale degli istituti processuali. «Politica penale dell'emergenza e Costituzione» tenta di colmare la lacuna: da una parte ricerca le linee di politica criminale che complessivamente esprime questo nuovo «diritto speciale» e la sua connotazione interna, data dall'autonoma valenza delle nuove misure processuali ai fini di diretto controllo sociale; dall'altra, esamina la rispondenza di queste misure ai principi costituzionali del diritto e della procedura penale e la validità delle stesse rispetto alle prospettive di riforma del complesso settore. L'analisi - condotta su tre livelli: normativo, della giurisprudenza costituzionale, dei principi - permette di delineare un consapevole giudizio complessivo sulle linee del «sistema penale dell'emergenza» (Le Premesse e gli Strumenti) e di confrontarle coi 'nuovo' indirizzo di politica criminale (Le Prospettive), volto a ridare efficienza ed efficacia al sistema processuale attraverso la recuperata razionalità del sistema penale. Si tratta, quindi, di un giudizio politico e tecnico, non solo sulle singole innovazioni, ma sulla strategia di questo 'nuovo' settore del diritto penale.

L'AUTORE

Giuseppe Riccio
, nato a Napoli il 15 gennaio 1938, è straordinario di Istituzioni di diritto e procedura penale. Insegna dal 1972 nell'Università di Salerno, dove è stato incaricato anche di Teoria generale del processo. È autore di apprezzate pubblicazioni, tra le quali si segnalano: La volontà delle parti nel processo penale, Napoli 1969; >Le perquisizioni nel codice di procedura penale, Napoli 1974; Processo penale e modelli di partecipazione, Napoli 1977; I principi informatori della responsabilità civile da reato, saggio apparso nel 3 volume degli scritti in onore di G. Bellavista, Palermo 1979.
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTE! This site uses cookies and similar technologies .
This site uses cookies , including third parties : by clicking on ' I approve , continuing the navigation , making the scroll of the page or other interaction with the website , you consent to the cookies .
For more information or to refuse consent to all or some cookies, see the information .