7413112130
La persona tra identità e socialità
SKU: 7413112130
Vitelli Francesco
26,00 €

Isbn
9788849527209
Collana:
Nr. Volume
164
Nr. Pagine
208
Formato
17x24
Mese Pubblicazione
Settembre
Anno Pubblicazione
2013

Nel nostro «mondo fluido» impegnarsi per tutta la vita nella costruzione di un’identità è diventata un’impresa incerta e difficile. L’identità, come è stata definita, è un vestito da indossare e mostrare in pubblico e non da mettere da parte o da tenere nascosto. Approfondire oggi il tema dell’identità personale significa, pertanto, cogliere un momento essenziale del processo che tende ad assicurare all’individuo una tutela sempre più intensa ed efficace della sua personalità. L’uomo se non intende assistere passivamente all’invasione della sua sfera privata, di cui è geloso custode, ancor meno è disposto ad abdicare alle prerogative che lo contraddistinguono, che lo caratterizzano e che ne fanno un essere sempre diverso dai suoi simili. «Essere se stessi» costituisce, quindi, un interesse inalienabile dell’uomo: non è possibile rinunciarvi senza rinunciare alla stessa libertà, nel senso di avere la garanzia che ciascuno possa essere se stesso, possa considerarsi «persona unica» tra gli altri. Da qui la legittima pretesa che l’essenza del proprio io non venga alterata ad opera di terzi, mediante una rappresentazione del soggetto idonea a falsare il complesso delle caratteristiche che individuano il soggetto stesso come persona e che si perfeziona e realizza all’interno dei rapporti sociali, economici, personali e culturali con gli altri consociati. Pertanto, il problema più delicato che deve affrontare il giurista, sia civilista che pubblicista, è quello di valutare il costo dei mass media e, quindi, il prezzo che si paga nel vivere in una società «trasparente». L’interesse all’identità personale che si può cogliere, prima ancora che sul piano giuridico, su quello ontologico o metagiuridico, si riferisce ad un bene che il diritto naturale ha tra i più cari e che il diritto positivo considera e tutela; l’area degli interessi che a tale bene possono ricondursi ne fanno senz’altro l’aspetto più essenziale della personalità umana. In tale prospettiva si colloca il presente lavoro, che vuole riaffermare come il diritto all’identità personale è, oggi, più che mai, legato al concetto che nella società si ha di persona quale presupposto antropologico per la definizione dell’oggetto del diritto e dell’individuazione delle tutele in caso di violazione o aggressione.

L’AUTORE
Francesco Vitelli, avvocato del Foro di Perugia, dottore di ricerca in Diritto dei Contratti e professore a contratto di Diritto dell’intermediazione finanziaria e di Diritto dell’economia presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Macerata. È autore di alcuni lavori minori e di una monografia dal titolo Contratti derivati e tutela dell’acquirente (2013).

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTE! This site uses cookies and similar technologies .
This site uses cookies , including third parties : by clicking on ' I approve , continuing the navigation , making the scroll of the page or other interaction with the website , you consent to the cookies .
For more information or to refuse consent to all or some cookies, see the information .
 Privacy Policy