NOTE! This site uses cookies and similar technologies .
This site uses cookies , including third parties : by clicking on ' I approve , continuing the navigation , making the scroll of the page or other interaction with the website , you consent to the cookies .
For more information or to refuse consent to all or some cookies, see the information .
Il Gruppo Bancario Cooperativo ed il contratto di coesione: flessibilità del modello e margini di esercizio dell’autonomia
SKU: 9917211007
Viterbo Francesco Giacomo
19,99 €

Formato:
PDF
Nr. Pagine:
20
Estratto Rivista

Rivista di diritto dell'impresa 2/2017

Vai alla Rivista

Il modello organizzativo e contrattuale del «Gruppo Bancario Cooperativo» (GBC) appare come un unicum nel quadro del nostro ordinamento sia sotto il profilo strutturale, sia sotto il profilo funzionale. Ciò che contraddistingue tale modello sono la variabilità della struttura e le modalità di esercizio dei poteri di direzione e coordinamento della capogruppo, che seguono un meccanismo di intervento graduale e flessibile. I poteri attribuiti alla capogruppo ed il contenuto minimo del contratto di coesione riflettono l’esigenza che i rapporti tra capogruppo e singole BCC siano improntati a fiducia, ai princípi di democraticità e leale collaborazione e al rispetto di meccanismi riconducibili al principio di sussidiarietà e di prossimità. L’analisi si focalizza, altresí, sul profilo dei controlli preventivi e successivi sul contratto di coesione previsti a tutela del mercato e delle parti coinvolte.

The recent structural reform of the cooperative credit system has introduced the «Gruppo Bancario Cooperativo» (GBC). The GBC model seems to be unique in the Italian commercial law framework both from structural and functional point ofview. What characterizes such holding model is the way the parent company exercises its powers of management and coordination on the cooperative banks (BCCs), following a gradual and flexible intervention mechanism. The powers allocated to the parent company and the minimum content of the contract reflect the requirement that the relationship between parent company and BCCs is marked by trust, fair cooperation and compliance with the principle of subsidiarity. Finally, the analysis focuses on the issue of legal controls that may be allowed over the GBC contract in order to protect both the parties involved and the efficient market functioning.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved