NOTE! This site uses cookies and similar technologies .
This site uses cookies , including third parties : by clicking on ' I approve , continuing the navigation , making the scroll of the page or other interaction with the website , you consent to the cookies .
For more information or to refuse consent to all or some cookies, see the information .
Prime riflessioni sul d.lg. 9 gennaio 2008, n. 9: il bene «evento sportivo»
SKU: 9908372002
Indraccolo Emanuele
54,99 €

Nr. Pagine:
55
Formato:
PDF

Il saggio affronta alcune delle problematiche giuridiche connesse alla regolamentazione dei diritti mediatici sugli eventi sportivi, come disegnata dal d.lg. 9 gennaio 2008, n. 9. Dopo una preliminare analisi dell’iter normativo che ha condotto alla nuova disciplina, l’indagine si sofferma sui concetti di “evento” e di “competizione” fatti proprî dal legislatore. La parte centrale del contributo si concentra sulla configurabilità dell’evento sportivo, inteso in senso lato, quale punto di riferimento oggettivo di situazioni giuridiche soggettive. La valutazione dell’evento sportivo come bene in senso giuridico, ai sensi dell’art. 810 c.c., consente di cogliere la sostanziale differenza tra evento e spettacolo da esso prodotto. Sono poi analizzate le problematiche connesse al momento genetico del bene in questione, nonché alla sua riconducibilità nella discussa categoria dei beni immateriali. Lo studio si concentra quindi su un aspetto non esplicitamente disciplinato dal legislatore, sebbene di importanza fondamentale per l’individuazione della disciplina piú adeguata ai singoli casi concreti: la natura giuridica dei diritti mediatici aventi ad oggetto il bene evento sportivo. La soluzione offerta rifiuta le tradizionali ricostruzioni offerte da dottrina e giurisprudenza (le quali collocano le situazioni in analisi ora nella categoria dei diritti reali, ora in quella dei diritti di credito) e si fonda sull’applicazione della teoria della complessità delle situazioni giuridiche soggettive. Il saggio si chiude con l’analisi critica del limitato àmbito di applicazione della novella e a tal riguardo individua alcuni profili di illegittimità costituzionale.

This paper examines various aspects of the regulation of media rights to sports events as laid down by Legislative Decree No. 9 of 9 January 2008. A brief description of the process leading up to the new legislation is followed by a discussion of the legal concepts of “event” and “competition.” The main contribution of the paper is a discussion of how a sports event in the widest sense can be regulated objectively by law in subjective situations. Where a sports event is considered as a good in the legal sense, as laid down by Art 810 of the Civil Code, it is possible to distinguish between the event and its public performance. The paper then focuses on issues related to the moment of creation of the event and how this may be considered an intangible good. It then focuses on the legal nature of media rights to sports events which are not covered by specific legislation although this is fundamental for the drawing up of legislation adequate to real world cases. The solution is based on the theory of complexity of subjective legal situations, rather than the more traditional studies and precedent law, which place ad hoc the issue into either the category of real rights or the category of credit rights. The paper concludes with a critical analysis of the limited sphere of application of the Legislative Decree No. 9 of 2008 and identifies several aspects of constitutional illegitimacy.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved