La promessa di eliminazione del difetto di qualità nel prisma delle vicende estintive
SKU: 9914305001
Calvo Roberto
9,99 €

Formato
PDF
Nr. Pagine
7
Rivista:
Rassegna di diritto civile
Nr. Fascicolo
4/2014

Lo scritto si occupa di un particolare aspetto della disciplina della garanzie edilizie nella compravendita. Piú nel dettaglio si indaga il caso in cui il venditore, ammettendo la presenza del vizio, si impegni a ripararlo, ancorché la denuncia del detto vizio sia stata fatta dal compratore oltre il termine di decadenza di otto giorni dalla scoperta. In prima battuta si specifica che, in forza dell’art. 2944 c.c., l’impegno del venditore assume le forme dell’atto interruttivo della prescrizione annuale dell’azione di cui all’art. 1495 c.c. In seconda battuta si chiarisce che occorrerà valutare volta per volta, sulla base della volontà effettiva delle parti, se l’impegno del venditore configuri una novazione rispetto agli obblighi su di lui gravanti ex lege in forza dell’art. 1497 c.c. Rimane però un punto fermo: l’obbligo di riparazione che viene assunto dal venditore sarà governato dalla regole di diritto comune. Pertanto, nel caso in cui il bene non venga effettivamente riparato, il compratore potrà agire verso il venditore e potrà alternativamente chiedere sia la risoluzione del contratto, oltre al risarcimento del danno, sia l’esatto adempimento.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTE! This site uses cookies and similar technologies .
This site uses cookies , including third parties : by clicking on ' I approve , continuing the navigation , making the scroll of the page or other interaction with the website , you consent to the cookies .
For more information or to refuse consent to all or some cookies, see the information .
 Privacy Policy