NOTE! This site uses cookies and similar technologies .
This site uses cookies , including third parties : by clicking on ' I approve , continuing the navigation , making the scroll of the page or other interaction with the website , you consent to the cookies .
For more information or to refuse consent to all or some cookies, see the information .
Il commercio elettronico nell’Unione europea e la nuova direttiva sui diritti dei consumatori
SKU: 9912205006
Lehmann Alberto - De Franceschi Alberto
39,99 €

Nr. Pagine:
40
Formato:
PDF

La direttiva 2011/83/UE sui diritti dei consumatori detta una speciale disciplina per il commercio di contenuti digitali, con misure che impongono specifici obblighi di informazione a carico del professionista e prevedono un particolare regime per lo ius poenitendi del consumatore. Benché la direttiva lasci agli Stati membri il compito di adottare sanzioni «efficaci, proporzionate e dissuasive» per il caso di violazione delle norme nazionali di recepimento della direttiva, essa ha tuttavia dettato alcune specifiche misure nei confronti del professionista che non adempia correttamente ad alcuni obblighi informativi precontrattuali. In particolare, nell’ottica di prevedere un efficace deterrente contro gli Internet cost traps nel commercio elettronico, la direttiva ha fatto propria la c.d. Button solution (misura che il legislatore tedesco ha – per primo in Europa – già provveduto a recepire); proprio a tale proposito si pongono delicati problemi di coordinamento con la disciplina delle forniture non richieste e delle pratiche commerciali scorrette.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved