Diversione sul «momento giurisprudenziale» nella giovinezza del giurista
SKU: 9912105014
Perano Gabriele
19,99 €

Nr. Pagine
11
Formato
PDF

L’immagine del nostro tempo dipinge l’uomo di diritto come creatura immersa in un convulso disincanto, che la sfiducia nei confronti del contenuto precettivo della legge e dei risultati della sua applicazione hanno crudelmente allontanato dall’orbita della positività. La deriva antilegalista annienta la discussione giuridica, privandola del suo primo e principale fattore di condivisione, che è e non può non essere l’osservazione dell’enunciato normativo. L’orizzonte del giurista è allora chiamato a comprendere un nuovo e piú consapevole significato di positivismo, che rinunci a limitare l’attività dell’interprete all’analisi del linguaggio del legislatore, chiusa nel modello fisico della deduzione razionale, ma nel contempo rifiuti di immaginare la legge come un polveroso residuo del passato. Il conseguimento dell’obiettivo pretende la conversione della giurisprudenza da scienza dimostrativa a scienza argomentativa: il severo impegno di portarla a compimento investe, piú di ogni altro, il giurista che dalla stagione della giovinezza si affacci alla soglia dell’età matura.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTE! This site uses cookies and similar technologies .
This site uses cookies , including third parties : by clicking on ' I approve , continuing the navigation , making the scroll of the page or other interaction with the website , you consent to the cookies .
For more information or to refuse consent to all or some cookies, see the information .
 Privacy Policy