NOTE! This site uses cookies and similar technologies .
This site uses cookies , including third parties : by clicking on ' I approve , continuing the navigation , making the scroll of the page or other interaction with the website , you consent to the cookies .
For more information or to refuse consent to all or some cookies, see the information .
La responsabilità precontrattuale tra passato e presente
SKU: 9914168006
Piacentini Stefania
17,99 €

Nr. Pagine:
18
Estratto Rivista
Formato:
PDF

L’elaborato ripercorre con diligenza l’evoluzione della responsabilità precontrattuale. L’autrice, dopo aver esaminato la natura contrattuale o extracontrattuale dell’istituto, sofferma la sua attenzione sulla buona fede che deve contraddistinguere il comportamento degli agenti negoziali nello svolgimento delle trattative e nella formazione del contratto. Altro aspetto interessante della rassegna riguarda l’applicazione del principio di conservazione del contratto affermato da molteplici sentenze della Suprema Corte secondo cui nell’ipotesi di nullità parziale, allorché non emerga un’evidente responsabilità contrattuale, il contratto non subisce alterazioni di sorta e la sua conservazione si realizza sostituendo le clausole nulle con norme imperative ai sensi dell’art. 1419, secondo comma, cod. civ. Proseguendo nella sua disamina l’autrice si pone il problema di verificare se e quando sorge il diritto al risarcimento del danno configurabile come una “patologia” alternativa all’annullamento del contratto per vizi del consenso. Per quanto concerne l’entità del risarcimento la giurisprudenza tende a correlarla alla stipula o meno del contratto, sottolineando nel contempo che, quando il contratto non si è perfezionato, i danni dovranno essere contenuti nei limiti del c.d. “interesse contrattuale negativo” comprendente le spese inutilmente sostenute in previsione della stipula del contratto nonché le perdite subíte per non aver usufruito di ulteriori chance. La rassegna si chiude con una riflessione sulla responsabilità precontrattuale della P.A. tanto piú importante ove si consideri che si tratta di un argomento non adeguatamente approfondito in dottrina e giurisprudenza. Fermo restando che una responsabilità del genere si riscontra piú frequentemente nelle procedure ad evidenza pubblica, l’autrice, sulla scia di una giurisprudenza delle Sezioni Unite della Suprema Corte, sottolinea come una siffatta responsabilità ricorra in tutte le ipotesi in cui entrambe le parti debbano comportarsi secondo buona fede con la conseguente trasposizione nel settore amministrativo dei principi civilistici.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved