Ultime notizie sulla responsabilità aquiliana delle autorità amministrative indipendenti per omessa vigilanza
SKU: 9911473008
Fanizza Angelo
27,99 €

Nr. Pagine
14
Formato
PDF

Tra i profili giuridici che concorrono ad animare il dibattito sulla risarcibilità del danno derivante da atti e comportamenti della pubblica Amministrazione, la responsabilità aquiliana delle autorità amministrative indipendenti per omessa vigilanza costituisce un tema poco trattato in dottrina e per questo meritevole di approfondimento. L’occasione per riflettere ancora proviene, oggi, da una recente sentenza della Corte di Cassazione – che per vero si iscrive, comunque con accenti di novità, nel solco di una più risalente pronuncia – con cui la terza sezione civile ha fissato il principio di responsabilità risarcitoria della Commissione nazionale per le società e la Borsa (Consob) nel più ampio contesto del principio costituzionale di buona Amministrazione. Partendo da tale principio la Suprema Corte conclude che la Consob è tenuta a subire le conseguenze risarcitorie della propria condotta illecita, e ciò a prescindere dalle prerogative di sindacato giurisdizionale che l’ordinamento pone, in chiave preclusiva, al giudice ordinario. In sostanza, ancora una conferma alla tutela della struttura dell’illecito civile, non è assoggettabile a limitazioni o condizionamenti che possano mettere in discussione i profili classici della imputabilità soggettiva, della causalità, della verifica dell’evento di danno e della sua successiva quantificazione.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTE! This site uses cookies and similar technologies .
This site uses cookies , including third parties : by clicking on ' I approve , continuing the navigation , making the scroll of the page or other interaction with the website , you consent to the cookies .
For more information or to refuse consent to all or some cookies, see the information .
 Privacy Policy