Le tutele del privato nel procedimento e nel processo tra logica di spettanza e logica di correttezza dell’azione amministrativa
SKU: 9916373004
Tarullo Paolo
81,99 €

Nr. Pagine
82
Estratto Rivista

Diritto e processo amministrativo 3/2016

Issn
1971-6974

Nella sua prima parte, il contributo mira a porre in luce l’importanza, la specificità e le implicazioni del cosiddetto principio di collaborazione procedimentale, da intendersi quale principio-cardine che governa l’azione della pubblica amministrazione nell’ambito del procedimento amministrativo. Se ne evidenziano le manifestazioni procedimentali più rilevanti e le forme di tutela che – a differenza di quanto pur autorevolmente sostenuto in dottrina – vengono disgiunte dalla protezione dell’interesse legittimo per essere invece ricollegate ad una serie di rimedi, tipizzati e non, la cui unitaria finalità è quella di ricondurre il rapporto autorità-libertà entro i binari della cooperazione e della solidarietà. Nella sua seconda parte, il contributo mira a tratteggiare un modello di responsabilità da mancata collaborazione procedimentale, disgiunto dalla tutela dell’interesse legittimo e del bene della vita che vi é sotteso, del quale vengono evidenziate le specificità e le differenze rispetto al modello extracontrattuale previsto dall’art. 2043 c.c. Si sviluppano le principali implicazioni della tesi proposta, sia per quanto attiene tutela processuale dell’interesse legittimo, sia per quanto riguarda gli effetti dell’art. 21-octies della legge n. 241 del 1990.

In its first part, the essay aims to highlight the importance, specificity and implications of the so-called «principle of procedural cooperation», which is the cardinal principle governing the action of public administration in the administrative procedure. The mentioned principle is examined in its most relevant procedural manifestations and forms of protection that – unlike eminent doctrine – are disjoined from the protection of the legitimate interests to be reconnected instead to a series of remedies, codified and not codified, whose unitary purpose is to insert the authority-freedom relationship within the tracks of cooperation and solidarity. In its second part, the essay aims to outline a responsibility model based on the lack of procedural cooperation, separated from the legitimate interests protection and the underlying good of life, in order to highlight the differences with the previsions of art. 2043 cc. The main implications of the proposed thesis are consequently described, both as regards judiciary protection of legitimate interests, both as regards art. 21 – octies of Law No. 241 of 1990.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTE! This site uses cookies and similar technologies .
This site uses cookies , including third parties : by clicking on ' I approve , continuing the navigation , making the scroll of the page or other interaction with the website , you consent to the cookies .
For more information or to refuse consent to all or some cookies, see the information .
 Privacy Policy