NOTE! This site uses cookies and similar technologies .
This site uses cookies , including third parties : by clicking on ' I approve , continuing the navigation , making the scroll of the page or other interaction with the website , you consent to the cookies .
For more information or to refuse consent to all or some cookies, see the information .
Le sopravvenienze attive nella società di capitali cancellata dal registro delle imprese: inquadramento e problematiche nel diritto commerciale e nel diritto tributario
SKU: 9915390001
Di Dio Andrea - Ventrella Tiziana
34,99 €

Nr. Pagine:
35
Formato:
PDF

Il contributo mira ad individuare il trattamento tributario applicabile alle sopravvenienze attive successive alla cancellazione della società di capitali dal registro delle imprese. Il lavoro si compone di una prima parte di diritto societario, in cui si analizza la giurisprudenza di legittimità in materia di cancellazione di società di capitali e la critica della ricostruzione del fenomeno quale forma di “successione” tra società e soci. La seconda parte affronta il tema sotto il profilo fiscale e analizza le conseguenze impositive di un eventuale arricchimento in capo ai soci derivante da beni e diritti sopravvenuti (e, quindi, originariamente non liquidati) attribuiti loro post cancellazione. In particolare, si affronta il tema se tale evento sia in grado di realizzare una specifica fattispecie impositiva qualificabile come reddito di partecipazione, quale reddito diverso ovvero quale evento rilevante ai fini impostivi perché idoneo a integrare la fattispecie della destinazione a finalità estranee ai sensi dell’art. 85, c. 2, e 86 c. 1, lett. c) t.u.i.r., e dell’art. 2, c.1, n. 5) e/o 6), del d.P.R. 633/72, con conseguente emersione di materia imponibile direttamente riferibile alla società medesima (e, quindi, di un debito di imposta maggiore di quello eventualmente dichiarato ed assolto nella fase della liquidazione).

This work aims to identify the tax treatment of contingent assets after cancellation of company from the registrar. The first part, regarding company law, analyzes the decisions of Italian Supreme Court about the field of company’s cancellation and it criticizes the opinion of the Court who considers cancellation like a sort of “succession” of partner to the company’s rights. The second part analyzes the taxing consequences of a hypothetical partner’s enrichment, related to goods and rights reached after the cancellation of company (and, for this reason, not liquidated). In particular, the question is if this event could determine a taxable case of participation income, or of other income, or the different taxable case of destination to extraneous purposes, in application of art. 85, c. 2, and 86 c. 1, lett. c) t.u.i.r., and 2, c. 1, n. 5) and/or 6), d.P.R. 633/72, with the resulting emersion of taxable income directly referred to company (and, therefore, of a tax debt bigger than stated and payed one during the liquidation).

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved