NOTE! This site uses cookies and similar technologies .
This site uses cookies , including third parties : by clicking on ' I approve , continuing the navigation , making the scroll of the page or other interaction with the website , you consent to the cookies .
For more information or to refuse consent to all or some cookies, see the information .
Il classamento degli immobili e la perequazione tributaria
SKU: 9915390002
Ingrosso Manlio
79,99 €

Nr. Pagine:
80
Formato:
PDF

Il classamento è un istituto peculiare del catasto, che è stato oggetto di recenti fondamentali pronunce della Cassazione. Il lavoro, dopo avere inquadrato il classamento all’interno della cornice normativa del catasto, si sofferma sulla struttura e funzione di questo istituto e ne esamina la rilevanza giuridica alla luce della disornata evoluzione della legislazione catastale. Vengono, in particolare, analizzati i problemi che, nell’applicazione pratica delle norme, si sono posti circa l’inquadramento teorico del classamento tra gli atti di certazione e in merito alla natura o meno di atto di accertamento dello stesso. Si attribuisce carattere dichiarativo al classamento, escludendo la natura tributaria dell’atto; si riconosce però la sua particolare valenza autoritativa, con quello che ne segue sulla necessità della motivazione piena dell’atto e in ordine alla tutela esperibile. Si concorda con quella dottrina secondo cui la tutela attribuita al soggetto che vanta un diritto proprietario sul bene immobile è di tipo dichiarativo. Il lavoro dedica l’ultima parte alla perequazione tributaria svolta dal catasto. Sono articolate considerazioni critiche sul problema del giusto rapporto tra l’imposizione fondiaria e i singoli beni da tassare e si esaminano le critiche avanzate alla perequazione catastale. Si conclude, sostenendo che la perequazione s’impone in materia catastale come principio-limite del potere discrezionale legislativo e come criterio-guida dell’azione amministrativa per assicurare un minimo di garanzia ai possessori degli immobili.

The «classamento» is a peculiar institution of the Land Registry, which was the subject of fundamental recent decisions of the Supreme Court. The work, after having framed the «classamento» in the Land Registry regulatory framework, focuses on the structure and function of this legal institute and examines its relevance in the light of disornata evolution of the cadastral legislation. The author examines in particular the problems they have set for the theoretical framework of «classamento». This act has been ranked among the acts of «certazione» and doubted his nature of notice of assessment. The work attributes to «classamento» the declaratory notation, excluding the tax nature of the act. However, it recognizes its special authoritative value, with what follows on the need for full reasons for the decision, and in order to be experienced protection. It agrees with the doctrine that the protection given to the individual who has a proprietary right over the real estate is declarative. The work devotes the last part to the tax equalization carried out by the Land Registry. The author carries out critical considerations on the problem of right relationship between the land tax and the individual goods to be taxed and examines the critical advanced to the cadastral equalization. The author ends and supports that equalization is in the Land Registry a principle-limit to legislative discretion and is a criterion-guide to the administrative action to ensure a minimum guarantee to asset owners.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved