NOTE! This site uses cookies and similar technologies .
This site uses cookies , including third parties : by clicking on ' I approve , continuing the navigation , making the scroll of the page or other interaction with the website , you consent to the cookies .
For more information or to refuse consent to all or some cookies, see the information .
La proiezione europea dello Stato italiano
SKU: 9914179003
Cassese Sabino
9,99 €

Nr. Pagine:
7
Formato:
PDF

Quale influenza hanno avuto lo Stato italiano e la sua cultura fuori d’Italia, in Europa principalmente, nel corso della loro centocinquennale storia? La proiezione europea (e internazionale) della cultura giuridica italiana, fino agli anni ’70 del XX secolo, è rimasta altrettanto limitata quanto la proiezione europea delle istituzioni statali italiane. Successivamente, la situazione muta profondamente. Ne sono indicatori diversi elementi. La circostanza che le versioni in altre lingue, presenti nelle principali biblioteche europee ed extraeuropee, di alcuni autori attivi in questo ultimo periodo raggiungono le diverse centinaia di unità; che alle due lingue prevalenti nella fase precedente, francese e spagnolo, si aggiunge la lingua veicolare per eccellenza, l’inglese; che viene pubblicata una rivista «on line» di studi italiani in inglese; che si diffonde la presenza di pubblicisti italiani in ricerche, seminari, convegni fuori d’Italia; che l’indice di Hirsch (che quantifica la prolificità e l’impatto degli studi) di quattro studiosi oggi scientificamente attivi è superiore a 10 e per uno è superiore a 20.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved