NOTE! This site uses cookies and similar technologies .
This site uses cookies , including third parties : by clicking on ' I approve , continuing the navigation , making the scroll of the page or other interaction with the website , you consent to the cookies .
For more information or to refuse consent to all or some cookies, see the information .
0894158000.jpg0894158000.jpg
I microfondamenti della macroeconomia Keynesiana
SKU: 0894158000
Garofalo Giuseppe - Quintiliani Fabio
44,00 €

Isbn
8871048105
Collana:
Nr. Volume
16
Formato
17x24
Nr. Pagine
340
Mese Pubblicazione
Giugno
Anno Pubblicazione
1994
Tra le ipotesi che caratterizzano il modello neoclassico, centrale è quella di perfetta informazione. In presenza di asimmetrie informative e con un ordinamento incompleto di mercati, i prezzi non sono più l'unico veicolo di trasmissione delle informazioni e non garantiscono la condizione di market clearing; i soggetti sperimentano vincoli di quantità ; i prezzi non hanno solo una funzione allocativa, ma determinano anche la qualità dei beni scambiati. La riflessione su questi argomenti è al centro della « Nuova macroeconomia keynesiana », il cui programma consiste nella ricerca di fondamenti microeconomici non neoclassici alla macroeconomia: le due sottodiscipline vengono « riconciliate » cercando, a differenza degli esponenti della «Nuova macroeconomia classica», di adattare la microteoria alla macroteoria. Il mercato rispetto al quale la riflessione ha registrato maggiori sviluppi coerenti con tale impostazione, è quello del lavoro (teorie dei contratti impliciti, dei salari di efficienza). La rigidità dei salari, alla quale, a partire dal modello della « sintesi keynesiano-neoclassica », è ricondotta la spiegazione della disoccupazione involontaria, cessa di essere un'ipotesi ad hoc e riceve giustificazioni non contraddittorie con l'ipotesi di soggetti razionali. Dimostrata la persistenza della disoccupazione, si può dar conto anche del fenomeno del ciclo economico, collegandolo ad ipotesi di quasi razionalità e costi di listino, in situazioni di concorrenza monopolistica. Il volume affronta questo complesso di questioni cercando di avvicinare il lettore a tematiche di grande attualità nel dibattito teorico, con gradualità e fornendo tutti gli elementi, spesso sottintesi, necessari per una migliore comprensione.

GLI AUTORI

Giuseppe Garofalo insegna Economia politica nella Facoltà di Economia e Commercio dell'Università "La Sapienza" di Roma. I suoi interessi di ricerca riguardano gli sviluppi teorici nell'ambito neo-keynesiano, gli aspetti finanziari delle decisioni economiche ed i modelli di tipo causale.

Fabio Quintiliani svolge attività di ricerca presso il Dipartimento di Economia pubblica dell'Università "La Sapienza" di Roma.
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved