• +39 081 7645443
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ricerca Avanzata Ricerca Avanzata

Il danno da perdita di chance: un nuovo banco di prova per l’illecito civile e il diritto sportivo

SKU: 9918172006
Autore:
Rapillo Annunziata
Estratto Rivista

Rassegna di diritto ed economia dello sport 1/2018

Array
49,99 €

PDFStampaEmail

Consiglio di Stato, Sez. V, 22 giugno 2017, n. 3065, con nota di Annunziata Rapillo, Il danno da perdita di chance: un nuovo banco di prova per l’illecito civile e il diritto sportivo – Compensation for loss of chance: a new litmus test for tort and sports law

L’annosa questione che riguarda i rapporti tra ordinamento sportivo e ordinamento statuale, lungi dall’essere mera speculazione teorica, implica una serie di conseguenze di non poco momento in relazione alla disciplina risarcitoria. La sentenza del Consiglio di Stato che si annota, sebbene lambisca la disputa relativa alla pregiudiziale sportiva, si rivela interessante per altro motivo: fermo restando la necessità di apprestare un livello minimo di tutela che affonda le sue radici nel rimedio risarcitorio, minus imprescindibile secondo quanto previsto anche dalla giurisprudenza costituzionale, poco chiari appaiono ancóra oggi i confini entro cui l’Autorità amministrativa è legittimata a liquidare pregiudizi subiti dagli atleti nel corso dello svolgimento dell’attività sportiva. La dicotomica prospettiva che distingue attività dilettantistica e attività professionale si intreccia, in tale provvedimento, con la complessità del risarcimento da perdita di chance, pregiudizio attuale che si concretizza in un incremento patrimoniale futuro, dai connotati aleatori e meramente potenziali.

This paper is focused on perennial issue concerning the interplay between Federal and State law: worth of noting, hence, are the significant implications from the compensative perspective. In order to analyse how the Council of State ruled, it is essential to take into account the debate about boundaries of power acquired by administrative Courts, which not yet petered out. The concept that the dichotomous classification, as ‘professional athlete’ and ‘amateur athlete’, is the key role and the gateway to verify if damages are restorable, represents the file rouge behind this decision. In this murky picture, the approach to the ‘loss of chance’ looks like contaminated and subject to different conditions and constraints, distant from the civil practice.

E-Book: Formato PDF Scaricabile

9918172006.pdf
Nr. Pagine
47
Formato
PDF