NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
Tutela della proprietà privata ed usucapione pubblica: una difficile convivenza
SKU: 9915405010
Di Biase Antonio
29,99 €

Nr. Pagine:
30
Formato:
PDF

Importante arresto del Supremo organo della Giustizia amministrativa nell’àmbito del delicato tema dei rapporti tra l’istituto civilistico dell’usucapione e la pratica dell’occupazione, ad opera di soggetti pubblici, di aree private in assenza – originaria o sopravvenuta – di un titolo idoneo a giustificare tale occupazione e, di conseguenza, in mancanza di un valido provvedimento ablativo della proprietà. Trattasi di occupazioni realizzate a vario titolo in via di fatto, nei confronti delle quali molto spesso il proprietario dell’area non reagisce per tempo, tenendo un comportamento inerte protratto anche per molti anni. Il Consiglio di Stato, intervenendo sul tema, per la prima volta pone seriamente in dubbio la possibilità, per la p.a., di avvalersi dell’istituto dell’usucapione al fine di fondare un acquisto della proprietà del bene illegittimamente occupato.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved