NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
Profili di convergenza tra «impresa» e «professionista »: la questione dell’ambito del divieto di abuso di dipendenza economica
SKU: 9915405003
Catalano Roberta
20,99 €

Nr. Pagine:
21
Formato:
PDF

L’art. 9 della l. 18 gennaio 1998, n. 192, vieta l’abuso di dipendenza economica nei rapporti tra imprese ma non chiarisce quale, tra le molteplici accezioni della parola impresa, vada preferita nella fattispecie regolata. Ne derivano notevoli incertezze che, però, paiono essere ridimensionate da un attento esame del dato normativo e giurisprudenziale italiano ed europeo, dal quale emerge che: a) alla parola impresa utilizzata dall’art. 9, l. n. 192/98, va attribuita la stessa ampiezza riconosciutale in sede di applicazione della disciplina antitrust; b) le norme antitrust ed il divieto di abuso di dipendenza economica hanno quindi un comune punto di riferimento soggettivo; c) questo punto di riferimento soggettivo, a sua volta, presenta significativi profili di convergenza con la figura del professionista definita dalle norme poste a protezione dei consumatori; d) pertanto la disciplina antitrust, quella a protezione del consumatore ed il divieto di abuso di dipendenza economica formano un unitario ed organico contesto normativo funzionalmente volto a regolare le varie fasi delle attività di impresa o professionali affinché tutti gli attori del mercato siano liberi ed informati.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved