NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
Culpa in contrahendo, contatto sociale e “incoerenze” della Suprema Corte
SKU: 9915405007
Tenella Sillani Chara
31,99 €

Nr. Pagine:
32
Formato:
PDF

La giurisprudenza maggioritaria della Cassazione riconduce la responsabilità derivante dalla violazione del dovere di buona fede nella fase delle trattative e della formazione del contratto nell’alveo della responsabilità extracontrattuale; considera invece di natura contrattuale quella conseguente all’inadempimento degli obblighi di protezione sorti da qualificati “contatti sociali”. Si tratta di un atteggiamento incoerente, del quale si tenta di individuare una qualche giustificazione plausibile, ma senza risultati convincenti. Si auspica, pertanto, che la Suprema Corte e, in particolare, le Sezioni Unite, maggiormente riflettano in ordine alla natura della responsabilità precontrattuale, al fine di offrire per fattispecie analoghe una uniforme e coerente applicazione delle regole e dei principi del sistema.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved