NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
Parti comuni nel condominio tra declino della logica proprietaria e qualità dell’abitare
SKU: 9915305007
Nazzaro Anna Carla
26,99 €

Nr. Pagine:
26
Formato:
PDF

L’elencazione delle parti comuni, fornita dalla nuova formulazione dell’art. 1117 c.c., induce larga parte della dottrina a distinguere tra beni necessariamente (o oggettivamente) comuni e beni suscettibili di diverse destinazioni. Tuttavia una valutazione specifica di alcune ipotesi concrete e un’interpretazione sistematica delle norme condominiali, soprattutto in ragione delle leggi urbanistiche e ambientali, conducono a soluzioni piú elastiche. Cosí perde centralità il concetto di bene per divenire strumento di una differente concezione di qualità dell’abitare.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved