NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
L’anonimato materno: un diritto al banco di prova
SKU: 9917205010
Tescione Federica
27,99 €

Nr. Pagine:
28
Formato:
PDF
ISSN:
0393-182X
Dopo un’analisi del contesto normativo e giurisprudenziale sulla problematica dell’anonimato materno, l’autore trae spunto dalla recente decisione della Suprema Corte per esaminare il diritto all’anonimato di una persona non piú vivente, fattispecie in cui nella confliggente dialettica tra diritto della madre all’anonimato e diritto del figlio a conoscere le proprie origini si innestano interessi di altri soggetti coinvolti dalla eventuale rivelazione della maternità celata, rendendo necessaria la ricerca di un punto di equilibrio tra le contrapposte sfere giuridiche anche in dimensione temporale.

After an analysis of the statutory legal framework and the case law on the issue of the anonymity of the mother, the author deals with a recent Italian Supreme Court (Corte di Cassazione) decision in order to then examine the right to anonymity of a deceased natural person – this is a situation in which there is a conflicting dialectic between the mother’s right to anonymity and the child’s right to know his origins. A conflict on which other interests linked to the possible revelation of the hidden motherhood are grafted, so that it is necessary to find an equilibrium between conflicting spheres of legal entitlements, also diachronically.
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved