NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
Urbanistica contrattata e pianificazione territoriale
SKU: 9916205005
Parente Ferdinando
14,99 €

Nr. Pagine:
15
Formato:
PDF
ISSN:
0393-182X

La legge di riforma del procedimento amministrativo (l. n. 15 del 2005) ha modificato l’art. 11, l. n. 241 del 1990, introducendo il comma 4 bis, il quale prevede che l’accordo di concertazione deve essere preceduto da una «determinazione » dell’organo competente per l’adozione del provvedimento. La «determinazione » assolve una duplice funzione: verificare che l’accordo persegua l’interesse pubblico; cristallizzare i tratti essenziali dell’intesa. Alla luce della novazione legislativa, l’impostazione tradizionale, che censura il ricorso agli strumenti privatistici nell’àmbito della pianificazione del territorio, appare superata, in quanto legata alla tradizionale connotazione del diritto della pubblica amministrazione come diritto speciale e all’anacronistica concezione che reputa l’impiego dei modelli privatistici una deviazione dai princípi dello Stato amministrativo.

The administrative procedure reform law (l. N. 15 of 2005) amended the article 11, l. n. 241 of 1990, introducing the paragraph 4 bis, which provides that the concertation agreement must be preceded by a “determination” of the competent entity for the adoption of the measure. The “determination” performs a dual function: to verify that the agreement pursues the public interest; crystallize the essential features of the agreement. In the light of the legislative novation, the traditional setting, which censure the use of the privatistic instruments whitin of the spatial planning, it appears outdated, being tied to the traditional connotation of the right of public administration as a special right and anachronistic conception that considers the use of private law models a deviation from the principles of the administrative state. 458 Rassegna di diritto civile 2/2016 / Saggi © Edizioni

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved