Si comunica che i nostri uffici resteranno chiusi dal 02.08.2021 al 27.08.2021
Tutti gli ordini effettuati in quel periodo verranno evasi dopo il 30.08.2021

La rilevazione contabile delle azioni proprie: problemi operativi e possibili conseguenze sulla realtà societaria italiana
SKU: 9918382002
Coraggio Emanuele
33,99 €

Nr. Pagine
17
Estratto Rivista

Il Foro napoletano 3/2018
Vai alla Rivista

Formato
PDF

Il lavoro analizza i principali elementi di innovazione apportati dal d.lg. n. 139 del 2015, di recepimento della direttiva 2013/34/UE, sulla disciplina della contabilizzazione delle azioni proprie nel bilancio delle s.p.a. A tal fine vengono esaminati anzitutto i nuovi criteri di rilevazione delle azioni proprie in bilancio e la questione, che pare continui ad essere risolta in senso negativo in letteratura, relativa alla (in)disponibilità della riserva per azioni proprie in portafoglio, ora qualificata come riserva «negativa». Quindi, viene analizzato il regime di disponibilità delle poste patrimoniali impiegate per l’acquisto delle azioni de quibus e ci si sofferma in particolare sulle diverse conseguenze prodotte dall’alienazione e dall’annullamento di azioni proprie sia sul patrimonio netto contabile che sul capitale sociale. Successivamente, vengono affrontate alcune questioni particolari inerenti alla riduzione del capitale per perdite deliberata da una società che detiene azioni proprie «in pancia». Infine, l’articolo si conclude con alcune considerazioni sulle possibili conseguenze prodotte dalla novella all’interno della realtà societaria italiana, tenendo conto soprattutto della sua incidenza ai fini dell’apertura delle imprese al mercato del capitale di debito piuttosto che a quello di rischio.

The paper analyzes the main elements of innovation brought by d.lg. 139/2015, which transposed the Directive 2013/34/UE, about the discipline of treasury stock accounting in the financial statements of joint stock company. To this end, firstly the new criterions of treasury stock accounting are examined, together with the question, that still seems to get negative answer in legal literature, concerning the (un)availability of treasury stock reserve, now called «negative» reserve. Then, the availability regime of balance sheet items used to buy-back operations is analyzed and in particular the paper focuses on the different consequences produced by resaling and retiring treasury stock both on equity and share capital. Subsequently, some particular issues are treated, regarding capital reduction deliberated by a company which holds shares in its own treasury. Eventually, the paper ends with some considerations about the possible consequences produced by the reform within Italian business environment, by pondering in particular on its incidence about the companies’ opening to the debt market rather than to the capital one.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Privacy Policy