NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
L’ammissibilità dello scioglimento consensuale del fondo patrimoniale e la legittimazione sostanziale dei figli
SKU: 9916182006
Barbaro Sonia Tullia
30,99 €

Nr. Pagine:
31
Formato:
PDF

La Cassazione (sent. 8 agosto 2014, n. 17811) afferma l’ammissibilità dello scioglimento convenzionale del fondo patrimoniale, nonché la necessità che anche i figli minori e concepiti prestino il loro consenso. In merito si rileva come la legittimazione a intervenire all’atto spetti a tutti i titolari di bisogni idonei a essere soddisfatti attraverso l’impiego dei beni vincolati e dunque anche ai figli maggiorenni non autosufficienti, in quanto membri effettivi del nucleo familiare.

The Italian Supreme Court, in its decision n. 17811 of 2014, has provided that a trust-fund (fondo patrimoniale) may be terminated on the basis of the mutual consent of the parties that set forth it, but they must also obtain the consent of their sons, even if sons are still conceived. Such a right of each of the sons is generated by the fact that he is entitled to take the benefits of the assets involved in the trustfund; as a consequence, it is arguable that the rationale behind the decision (i.e. the necessity of a consent by the sons which are still part of the family unit) should be extended also to adult sons.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved