NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
Il cognome dei figli nell’ordinamento europeo. Profili comparatistici
SKU: 9916182004
Musuraca Francamaria
32,99 €

Nr. Pagine:
33
Formato:
PDF

L’analisi della disciplina sull’attribuzione del cognome in àmbito europeo rivela che la spinta innovatrice proveniente dai princípi dettati dalla Corte di Giustizia europea è stata recepita da molti Paesi europei che hanno dato attuazione al principio della pari dignità e tutela dei figli, ai quali è riconosciuto il medesimo stato giuridico, senza distinzioni. Per la trasmissione del cognome ai figli, si riscontra una comune tendenza degli Stati europei all’abbandono del principio dell’automatica attribuzione del cognome paterno, al fine di non effettuare discriminazioni tra madre e padre, sebbene vi siano delle difficoltà di carattere pratico a perseguire concretamente l’obiettivo programmato. L’Italia, dopo aver riformato la norma che oggi consente di riconoscere a tutti i figli lo stesso stato giuridico, ha intrapreso l’iter di modifica delle norme sull’attribuzione del cognome ai figli, avviandosi verso il superamento della regola del patronimico.

The analysis of the rules of law about the attribution of the surname in the European context reveals that the innovative thrust coming from the principles laid down by the European Court of Justice has been transposed by many European countries that have implemented the principle of equal dignity and protection of children, to whom is recognized the same legal status, without distinction. About the transmission of the surname to children, there is a common tendency by European states to abandon the principle of the automatic allocation of paternal surname, to avoid discriminations between mother and father, although there are practical difficulties to concretely pursue the planned target. Italy, after reforming the norm today allows to recognize all the children the same legal status, started the amending process of the rules about the attribution of the surname to the children, moving to pass the rule of the paternal name.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved