NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
Accertamento della destinazione dell’immobile comodato ad uso «familiare», la Corte di Cassazione si pronuncia nuovamente (nota a Cass., Sez. I, 10 settembre 2014, n. 19005)
SKU: 9915282008
Nardi Lorenzo
16,99 €

Nr. Pagine:
17
Formato:
PDF

I delicati rapporti tra l’interesse della comunità familiare alla conservazione dell’ambiente domestico e quello del proprietario del bene concesso in comodato, il quale, estraneo alle vicende del nucleo familiare, intende recuperarne la disponibilità, una volta cessato il vincolo matrimoniale, impongono un delicato lavoro di bilanciamento d’interessi, nel cui svolgimento assume primaria importanza l’accertamento della effettiva destinazione a casa familiare. L’indagine ermeneutica muove dalla comune intenzione delle parti, all’interno del contesto nel quale il contratto è perfezionato.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved