Sul ricorso cautelare rigettato con decreto, inaudita altera parte
SKU: 9919370009
Califano Gian Paolo
11,99 €

Nr. Pagine
6
Estratto Rivista

Il giusto processo civile 3/2019

Formato
PDF
Issn
1828-311X

L’autore esamina l’orientamento giurisprudenziale che ammette il rigetto del ricorso cautelare con decreto, inaudita altera parte, in formale violazione di quanto disposto dall’art. 669-septies c.p.c. E ritiene che tale prassi non violi alcuno dei principii costituzionali ed anzi sia coerente con quello della ragionevole durata del processo.

The author examines the settled case law allows the rejection of a preliminary order, by decree, without any prior notice to the adverse party, irrespective to art. 669-septies c.p.c. And states that the practice does not violate any constitutional principle; and is consistent with the “reasonable delay of proceedings”.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Privacy Policy