Profili processuali della responsabilità civile del giudice. I – Il damnum re iudicata datum nella storia e nel diritto comparato
SKU: 9919370002
Tedoldi Alberto
20,99 €

Nr. Pagine
21
Estratto Rivista

Il giusto processo civile 3/2019

Formato
PDF
Issn
1828-311X

La prima parte dello scritto dedicato alla responsabilità civile dei magistrati tratteggia il percorso storico-comparatistico del ruolo del giudice e della disciplina sulla sua responsabilità, nel passaggio da professio iurisprudentiae a publica auctoritas conseguente all’affermarsi dell’Assolutismo politico e del positivismo giuridico, disciplina migrata per influenza francese nel c.p.c. del 1865 e, a più forte ragione, in quello del 1940. Con l’avvento della Costituzione repubblicana e, segnatamente, dell’art. 28 Cost. si afferma la responsabilità dello Stato per colpa grave del giudice-funzionario. Attraverso il referendum abrogativo delle norme del c.p.c. tenutosi nel 1987 si giunge alla l. 117/1988, riformata nel 2015 dietro la spinta di pronunce della Corte di giustizia UE.

The first part of the essay dedicated to the civil responsibility of the magistrates outlines the historical-comparative path of the role of the judge and the discipline on responsibility in the transition from professio iurisprudentiae to publica auctoritas resulting from the affirmation of political absolutism and legal positivism, migrated by French influence in the c.p.c. of 1865 and, more strongly, in that of 1940. With the advent of the Republican Constitution and, in particular, of the art. 28 of the Constitution states the responsibility of the State for gross negligence of the judge-official. Through the referendum repealing the norms of the c.p.c. held in 1987 we reach l. 117/1988, reformed in 2015 under the impetus of rulings of the EU Court of Justice.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Privacy Policy