NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
Brevi note sulla natura giuridica della consulenza tecnica preventiva in funzione di composizione della lite (art. 696-bis c.p.c.) e sulle relative conseguenze d’ordine applicativo
SKU: 9912370004
Montanari Massimo
32,99 €

Nr. Pagine:
33
Formato:
PDF

1. Ragioni e obbiettivi dell’indagine. – 2. I persistenti motivi del diniego, all’istituto in esame, della natura di provvidenza cautelare. – 3. Il primato della funzione conciliativa ed il conseguente inquadramento della procedura nel sistema degli strumenti di composizione alternativa delle controversie. – 4. Elementi dello statuto generale delle procedure cautelari esportabili a livello del procedimento ex art. 696 bis c.p.c. – 5. I diretti riflessi applicativi della negata qualifica cautelare dell’istituto in rassegna. – 6. I diretti riflessi applicativi della natura conciliativa dell’istituto: a) sul terreno dei relativi presupposti di ammissibilità. – 7. Segue: b) in altre direzioni. – 8.Ricognizione di pseudocorollari della concezione conciliativa.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved