NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
Sulla necessità di ampliare l’ambito dei titoli esecutivi nonché l’accesso all’esecuzione forzata
SKU: 9912170004
Scarselli Giuliano
29,99 €

Nr. Pagine:
30
Formato:
PDF

1. Premessa. Sulla necessità di facilitare l’accesso all’esecuzione forzata, anche quale strumento di riduzione del contenzioso di cognizione. – 2. Un’esperienza storica che merita di essere ricordata. – 3. Il processo documentale-esecutivo del basso medioevo e rinascimento. – 4. La posizione del creditore. Disamina generale dei titoli esecutivi stragiudiziali. – 5. I titoli esecutivi pubblici. – 6. I titoli esecutivi autenticati. – 7. I titoli esecutivi privati. – 8. Le lettere di cambio. – 9. I libri di commercio. – 10. La posizione del debitore. Premessa. – 11. segue: L’impossibilità assoluta di sollevare eccezioni. – 12. segue: la possibilità condizionata di sollevare talune eccezioni tipiche. – 13. Le prassi notarili e il principio tardo medievale secondo il quale i tempi immediati del processo devono andare a danno della parte che ha bisogno della trattazione della causa. – 14. La medesima posizione dei dottori della legge del periodo. – 15. L’evolversi dei fenomeni con il passaggio dal basso medioevo all’età degli stati assoluti e principeschi fino ai nostri giorni. – 16. Conclusioni: la possibilità di ampliare l’accesso all’esecuzione forzata facendo (ancor oggi) tesoro di quell’esperienza.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved