NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.

Si comunica che i nostri uffici resteranno chiusi
dal 1 agosto 2019 al 30 agosto 2019

Tutti gli ordini effettuati in quel periodo saranno evasi a partire dal 2 settembre 2019

Le conseguenze dell’errore sul modello formale dell’atto introduttivo
SKU: 9911370001
Balena Gianpiero
19,99 €

Nr. Pagine:
20
Formato:
PDF

1. Posizione del problema. – 2. Una notazione preliminare: la disciplina della translatio iudicii, in caso di difetto di giurisdizione, rende sistematicamente inaccettabile l’orientamento dominante relativo alle conseguenze dell’errore sul modello formale dell’atto introduttivo. – 3. Gli argomenti solitamente invocati a sostegno della (limitata) equipollenza tra citazione e ricorso: critica. – 4. La soluzione desumibile, nei rapporti tra rito ordinario e rito del lavoro, dagli artt. 426, 427 e 439 c.p.c. – 5. Segue: l’ampliamento dell’ambito applicativo delle norme sul mutamento del rito, derivante dalla riforma del 1990, consente di escludere, oggi, che l’errore sul modello dell’atto introduttivo sia motivo di nullità o comunque incida sull’effetto impeditivo di eventuali decadenze. Le eccezioni concernenti le impugnazioni. – 6. Conclusioni.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved