NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
Contributo alla definizione dell'ambito soggettivo della giurisdizione contabile in materia di responsabilità
SKU: 9914173010
Pizzoferrato Bernadette
73,99 €

Nr. Pagine:
74
Formato:
PDF

L’attuale fisionomia della responsabilità amministrativa costituisce il risultato di un lungo percorso legislativo, giurisdizionale e dottrinale, peraltro ancora non compiutamente stabilizzato. In punto di delimitazione dei confini della giurisdizione di responsabilità, nel corso di più un secolo di storia dell’istituto, si è assistito ad un progressivo ampliamento dell’ambito dei soggetti chiamati a rispondere per responsabilità amministrativa e contabile dinanzi alla Corte dei conti, in conseguenza della dilatazione dei confini della finanza pubblica e di forme sempre più complesse di gestione del denaro pubblico, determinati anche dal mutamento dei profili e dello stesso perimetro dell’amministrazione pubblica. I confini della giurisdizione sulla responsabilità sono stati, così, ampliati secondo diverse linee di sviluppo che, muovendo dalla costatazione dell’insufficienza del criterio di collegamento soggettivo costituito dal rapporto di impiego pubblico, hanno coinvolto sia il legislatore, sia la giurisprudenza. Al riguardo, se è da tempo acquisito che l’ambito della giurisdizione della Corte dei Conti ha superato la sfera dell’amministrazione intesa in senso formale, manca ancora un sicuro criterio per la relativa delimitazione, che dia certezza del giudice dotato di giurisdizione e delle regole di responsabilità applicabili ai rapporti, laddove l’impiego di risorse pubbliche al di fuori dell’ente-amministrazione formale non è, senza ulteriori specificazioni, da solo idoneo a costituire un criterio su cui fondare la giurisdizione. In questo quadro, non mancano pronunce, soprattutto della Suprema Corte, che tendono a frenare, o comunque a ridurre, la tendenza espansiva della giurisdizione contabile. Lo studio si propone di fornire un contributo, anche sulla scorta dell’analisi della copiosa e contrastante giurisprudenza in argomento, all’individuazione di criteri per una definizione dell’ambito soggettivo della responsabilità amministrativa.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved