Concetti giuridici indeterminati e poteri discrezionali delle amministrazioni
SKU: 9914373004
Ferrero Edoardo
49,99 €

Nr. Pagine
32
Formato
PDF

Il presente lavoro affronta il tema dei concetti giuridici indeterminati, con particolare riferimento alla giurisprudenza italiana degli ultimi anni e alla dottrina germanica ottocentesca, che maggiormente ha contribuito allo studio dell’argomento. La questione concerne la demarcazione dell’area di riserva amministrativa da quella del controllo giurisdizionale, investendo direttamente il principio di separazione tra i poteri. In altre parole: fino a che punto l’attività amministrativa di contestualizzazione di un concetto indeterminato, inserito in un testo di legge, è sindacabile da parte del giudice amministrativo? A questo riguardo si evidenzia come al giudice sia demandato un compito arduo, consistente nel contrastare il ricorrente fenomeno per cui, dinanzi ad una norma vaga e indeterminata, siano le determinazioni degli apparati amministrativi a porre, in concreto, le regole del gioco. Nel contesto attuale, fortemente segnato da un impoverimento dei tradizionali strumenti normativi, la tematica assume un significato paradigmatico per l’intero sistema di diritto amministrativo, ove pare essere postulata l’esistenza di un imprescindibile Spielraum in capo all’amministrazione pubblica.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Privacy Policy