NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
Ordini professionali e riparto di giurisdizione
SKU: 9912373007
D'Arienzo Mariaconcetta
12,99 €

Nr. Pagine:
13
Formato:
PDF

Il presente lavoro affronta le problematiche connesse alla difficile individuazione degli enti pubblici. La questione si è posta di recente per gli Ordini ed i Collegi professionali, con specifico riferimento ai provvedimenti di decadenza dalla carica di consigliere. Fatta eccezione per talune isolate pronunce, è assolutamente prevalente, sia in dottrina che in giurisprudenza, la tesi pubblicistica. Gli Ordini e i Collegi professionali rappresentano, infatti, enti ausiliari della pubblica amministrazione che, di regola, agiscono tramite l’emanazione di atti amministrativi, ivi compresi quelli a carattere sanzionatorio, quale è appunto, la decadenza che costituisce estrinsecazione di un potere connotato da amplissima discrezionalità, idoneo ad incidere su una carica elettiva. Tale provvedimento, per le sue caratteristiche intrinseche ed estrinseche, non può che soggiacere alla disciplina sostanziale e processuale prevista per gli atti amministrativi della stessa natura.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved