NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
Il ricorso straordinario al presidente della repubblica nel codice del processo amministrativo
SKU: 9912373005
Crepaldi Gabriella
61,99 €

Nr. Pagine:
62
Formato:
PDF

Il ricorso straordinario al Capo dello Stato è stato oggetto di recenti interventi legislativi. La legge 18 giugno 2009 n. 69 ha previsto che, nell’ambito del procedimento di decisione del ricorso straordinario, il Consiglio di Stato in sede consultiva possa sollevare una questione di legittimità costituzionale, con ciò avvicinando il rimedio straordinario a quello giurisdizionale. La medesima legge ha reso vincolante il parere del Consiglio di Stato, attribuendo così al decreto decisorio presidenziale un valore esclusivamente dichiarativo. Il Codice del processo amministrativo ha, dal canto suo, fornito una disciplina dell’azione risarcitoria (art. 30) e del giudizio di ottemperanza (artt. 112 ss.) che si presta ad essere applicata anche al rimedio straordinario. L’accrescimento di tutela così realizzato, certamente apprezzabile, contribuisce a rendere effettivo il principio di alternatività tra il ricorso straordinario e quello giurisdizionale senza incidere, tuttavia, sulla natura del rimedio. Il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica permane uno strumento amministrativo, di carattere giustiziale, alternativo ma secondario e minore rispetto a quello giurisdizionale.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved