Si comunica che i nostri uffici resteranno chiusi dal 02.08.2021 al 27.08.2021
Tutti gli ordini effettuati in quel periodo verranno evasi dopo il 30.08.2021

Il partenariato pubblico-privato nel processo di integrazione europea
SKU: 9911273007
D' Antonio Simona
47,99 €

Nr. Pagine
24
Estratto Rivista

Diritto e processo amministrativo 2/2011

Formato
PDF

L' articolo tratta un argomento che si sta sempre più imponendo sulla scena del diritto europeo: il moltiplicarsi di forme di collaborazione tra enti pubblici e imprese private per la realizzazione di iniziative di pubblico interesse in campo economico. I documenti comunitari parlano di partenariati pubblico-privati, distinguendoli in due categorie: quelli che si esauriscono in un rapporto bilaterale di tipo convenzionale, come gli appalti e le concessioni (partenariati puramente contrattuali), e quelli che danno vita ad una nuova entita nella quale le due parti si fondono, come le societa miste (partenariati istituzionalizzati). II problema giuridico posto da questi fenomeni, soprattutto de iure condendo, e quello di consentirne lo sviluppo entro un quadro di regole certe e rispettose dei principi del mercato interno: si e in proposito aperto un dibattito sull' opportunita di introdurre in materia un'apposita disciplina di diritto comunitario derivato. Per i partenariati istituzionalizzati, in particolare, una comunicazione interpretativa della Commissione ha dettato alcune linee-guida che ne fanno emergere l'autonoma rilevanza giuridica. La categoria dei PPP e poi entrata anche nell' ordinamento italiano, sia attraverso la giurisprudenza sia per mano del legislatore. Ad essa si ispira infatti la giurisprudenza comunitaria e nazionale sulle societa miste di gestione dei servizi pubblici locali; mentre nel Codice dei contratti pubblici e stata di recente introdotta la figura dei contratti di partenariato. L' analisi del fenomeno offre qualche spunto di riflessione sulle peculiari modalita con le quali puo realizzarsi l'integrazione tra gli ordinamenti giuridici all'interno del diritto europeo.

The article covers a topic that is increasingly imposing on the stage of European law: the proliferation of forms of collaboration between public and private companies for the realization of initiatives of public interest in the economic field. The EU documents speak of public-private partnerships, divided into two categories: those that sell out in a bilateral relationship of the conventional type, such as procurement and concessions (purely contractual partnerships), and those that give rise to a new entity in which the two parties come together, such as joint ventures (partnerships institutionalized). The legal problem posed by these phenomena, especially de iure condendo, is to allow development within a clear regulatory framework, respectful of the principles of the internal market: it is about a debate on whether to introduce a special regulation of secondary Community law. For institutionalized partnerships, in particular, an Interpretative Communication of the Commission set out some guidelines that bring out independent legal significance. The category of PPP is then also entered into Italian, both by the case law and by the hand of the legislature. National and Community case law on joint ventures for management of local public services is based on this category, while in the Public Contracts Code has recently been introduced the figure of partnership contracts. The analysis of this phenomenon offers some food for thought on the peculiar ways in which integration can take place between the legal systems within the European law.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Privacy Policy