Le spedizioni proseguono regolarmente -
Ordina online e ricevi i libri a casa tua

Rapporto tra azioni e tecniche di tutela: verso una azione unica ed atipica?
SKU: 9916173009
Gargano Giacomo
57,99 €

Nr. Pagine
58
Issn
1971-6974

All’indomani della codificazione del principio di effettività e pienezza della tutela si potrebbe interpretare il principio della pluralità delle azioni e, segnatamente, le due azioni di annullamento e di condanna, non come azioni alternative ma come una tecnica di tutela per rendere effettiva (o ancora più effettiva, se fosse possibile) la tutela delle situazioni giuridiche soggettive. Così ragionando la tutela risarcitoria per equivalente sarebbe complementare, ma anche alternativa, alla tutela demolitoria (ove ciò sia necessario per risarcire in forma specifica il privato) e non sarebbero considerate come due autonome e distinte azioni. Si ritiene che non sia contraria alle disposizioni del codice, ed anzi sia in linea con l’evoluzione nel corso degli anni del sistema processuale e dello stesso sistema delle azioni (avendo come specchio di riferimento inevitabilmente la evoluzione della azione di annullamento), che sia l’azione di annullamento sia anche quella di condanna potrebbero rappresentare una tecnica di tutela delle situazioni giuridiche soggettive dei privati in cui il giudice, dopo avere accertato la illegittimità dell’atto, potrebbe massimizzare la tutela del privato sia attraverso l’annullamento sia mediante il risarcimento del danno rappresentando entrambe il contenuto della domanda: nel primo caso, quindi, la tutela dell’interesse giuridico leso si otterrebbe mediante riparazione in forma specifica nel secondo, invece, per equivalente: la tutela risarcitoria per equivalente si potrebbe considerare una misura, una tecnica, di tutela dell’interesse legittimo ed in quanto tale essa sarebbe alternativa alla tutela demolitoria. L’articolo 7 cpa potrebbe essere la fonte che ribadisce che la tutela risarcitoria per equivalente possa essere considerata una misura, una tecnica di tutela degli interessi ed in quanto tale essa sarebbe complementare, ma anche alternativa, alla tutela demolitoria (ove ciò sia necessario), rientrando all’interno della tutela giurisdizionale di legittimità che ancora l’articolo 7 del codice declina in termini generali. Ma generalità della giurisdizione di legittimità potrebbe non significare generalità dell’azione demolitoria. Il presente ragionamento, evidentemente, passa attraverso il ripensamento degli effetti tipici della azione di annullamento.

After the entry into force of the Italian Administrative Code and, with it, of the codification of the principle of the effectiveness and fullness of judicial protection, the principle of the plurality of the administrative legal proceedings and, most notably, of the action for annulment and of the action for compensation, can be interpreted not only as a principle providing alternative legal actions but also as a technique to afford a more effective (if possible) protection for subjective claims. In view of the above, a claim for compensation for a commensurate amount could be not only complementary but also an alternative to the action for annulment (where this becomes necessary to provide specific performance to private subjects): thus, the two claims would not be considered independent and distinct actions. It is believed that, in line with the most recent years development of the administrative proceedings as well as of the type of claims (having as a reference the evolution of the annulment action) and thus also in line with the provisions of the Code, both the annulment action and the action for compensation could represent a technique affording protection to private subjects so that the administrative judge, after having ascertained the legality of the administrative act, could be in a position to maximize the protection of the private subject’s interests granting at the same time both the annulment of the act and the compensation for damages where both actions are the content of the plea of law. In the first scenario, the protection of the interest of the injured party would be extended by means of the specific performance; in the second scenario, the protection would be extended by means of granting compensation for a commensurate amount. Again the compensation for a commensurate amount could be considered a means for the protection of a legitimate interest and, as such, an alternative to the action for annulment. Article 7 of the Administrative Procedural Code could be considered as the legal basis for the principle that the claim for compensation for a commensurate amount can be considered not only as a complementary means but also as an alternative to the annulment action, thus being included in the judicial protection generally granted by the same article. But the generality of the judicial protection afforded by art. 7 cannot be considered in general terms (this as a consequence of the consideration of the typical effects of the annulment action).

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Privacy Policy