NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
Espropriazione e principio della partecipazione
SKU: 9910273002
Leone Giovanni
15,99 €

Nr. Pagine:
16
Formato:
PDF

Nel ventennale dell’entrata in vigore della legge 7 agosto 1990, n. 241, un posto di rilievo merita, senza alcun dubbio, l’art. 7, che ha istituito il principio dell’obbligatoria partecipazione del privato alla formazione del procedimento amministrativo, che fu salutato all’epoca con grande favore dalla dottrina. Tuttavia l’istituto, in considerazione delle novità normative introdotte nel 2005 e della restrittiva interpretazione giurisprudenziale, corre oggi il rischio di rappresentare un mero simulacro di democraticità, soprattutto nel campo delle espropriazioni per pubblica utilità, ove, ancorché sia prevista una triplice fase partecipatoria, in concreto si traduce, nella maggior parte dei casi, in un inutile appesantimento procedimentale e senza che al contempo sia arrecata alcuna utilità al destinatario dell’azione dell’amministrazione.

20 years after the introduction of law no. 241, 7 August 1990, art. 7 undoubtedly deserves a special mention for having established the principle of the compulsory participation of private individuals in the formation of administrative proceedings, which was very favourably welcomed by legal theorists. However, in consideration of the regulatory innovations introduced in 2005 and of the restrictive interpretation by case-law, today the institution runs the risk of being considered a mere pretence of democracy. This is particularly the case of expropriations for public use, where, in spite of the three-phase participation provided for, the said principle, in most cases, results in an unnecessary complication in the proceedings, without any advantage for the recipient of administrative action.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved