Una nuova immagine per ii principio del buon andamento
SKU: 9907373007
Salerni Rosaria
49,99 €

Nr. Pagine
68
Estratto Rivista

Diritto e processo amministrativo 3/2007

Formato
PDF

Lo studio del principio del buon andamento ha evidenziato, in modo pressoche costante, la struttura diadica dei diversi passaggi ricostruttivi del concetto. La prima diade del principio del buon andamento emerge in relazione al diverso oggetto di interesse: organizzazione o attivita; il secondo bivio riguarda le rnodalita applicative del principio; se, cioe, da ricondurre all'atto amministrativo o all'interoprocedimento. La sostanza da riconoscere al concetto in questione, se regola o principio, condiziona la risoluzione da dare alla problematica relativa all'inquadramento di esso tra le figure sintomatiche dell' eccesso di potere, ovvero nell' ambito della violazione di legge. Lo stretto collegamento successivamente istituito tra il buon andamento ed i risultati raggiunti dall' amministrazione, rievoca le costruzioni sull' efficienza sviluppate dalle scienze aziendalistiche e non solo non serve a risolvere i problemi definitori del concetto, ma finisce per confondere il principio del buon andamento con il conseguimento del risultato. Si crede che oggi la violazione del principio del buon andamento potrebbe essere fatto rientrare tra i connotati propri della responsabilita amministrativa di diritto pubblico, quale principio di valutazione e gradazione della responsabilita, II buon andamento verrebbe cosi qualificato come diligenza amministrativa di diritto pubblico. Tale principio, cosi inteso, diventerebbe, un «parametro di razionalita pretendibile». Una soluzione che riuscirebbe a rendere coordinabili i due aspetti che compongono il principio in parola: «il suo lato private», che emerge in tutta la sua rilevanza nella fase in cui si effettua l'estensione del principio dalla sola organizzazione dell'amministrazione all'intera attivita amministrativa, ed e essenzialmente costituito dalla tendenza del cittadino al conseguimento dell'interesse di base a cui anela; e il suo aspetto panpubblicistico, quale sommatoria delle regale dell' azione: economicita, efficienza, efficacia, celerita, semplificazione. Nella veste di diligenza amministrativa, il buon andamento quale sintesi di interessi contrapposti restituirebbe il risultato dell'amministrazione al suo ruolo originario di mero «riflesso oggettivo di un' azione diligente».

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Privacy Policy