Ipoteca esattoriale, pignoramento e vendita dell’immobile ad opera del debitore
SKU: 9917290004
Pappa Monteforte Vincenzo
49,99 €

Nr. Pagine
30
Estratto Rivista

Diritto e processo tributario 2/2017

Vai alla Rivista

Formato
PDF

L’intervento in atto dell’agente della riscossione nell’ipotesi di scelta della vendita in proprio del bene pignorato o anche solo ipotecato da parte del debitore costituisce una mera facoltà per quest’ultimo, integrante una misura di favore. Il consenso dell’agente della riscossione – benché creditore sia l’ente impositore – è sufficiente a realizzare l’effetto purgativo o liberatorio del bene alienato, senza che sia richiesto provvedimento alcuno del giudice dell’esecuzione, ma esclusivamente quando la formalità pregiudizievole rappresenti l’unica ipoteca iscritta o un pignoramento immobiliare senza interventi nella procedura esattoriale. Nel meccanismo delineato dal legislatore, l’agente della riscossione assume la veste di indicatario di pagamento, con conseguente efficacia liberatoria per l’acquirente dipesa dalla mera corresponsione del corrispettivo della vendita al soggetto legittimato a riceverlo, indipendentemente dalla effettiva trasmissione del quantum dovuto all’ente impositore o – sotto il profilo dell’eccedenza del corrispettivo rispetto al debito – al venditore/debitore.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved
NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie.
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa. Privacy Policy