• +39 081 7645443
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ricerca Avanzata Ricerca Avanzata
PDFStampaEmail

Il lavora analizza l’operatività del principio della cosa giudicata nel processo tributario, verificando gli effetti che in esso esplicano le sentenze definitive del giudice civile, di quello amministrativo, di quello penale e, ovviamente, anche di quello tributario. Il fatto che si riscontrino differenti livelli di “impermeabilità” del processo tributario rispetto alle decisioni di altri giudici restituisce un quadro frammentato e non del tutto armonico. Per provare a mettere ordine a questo assetto, si valuta la possibilità del ricorso alla sospensione necessaria, istituto disciplinato dall’art. 39, d.lg. n. 546 del 1992, e di recente “rivitalizzato” dal d.lg. n. 156 del 2015.

The paper examines the impact of the res judicata principle in the framework of tax litigation proceedings, in order to verify the effects of decisions rendered by civil, administrative, criminal judges and other tax judges on the tax trial itself. The different effects produced in the tax litigation proceeding by decisions rendered by other judges demonstrates the overall system lack of coherence and harmony. The paper examines the mandatory suspension regime, governed by art. 39 of legislative decree n. 546 of 1992, as recently “updated” by legislative decree n. 156 of 2015, in order to evaluate whether such instrument may provide consistency to the system.

E-Book: Formato PDF Scaricabile

9916190004.pdf
Nr. Pagine
29
Formato
PDF