• +39 081 7645443
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ricerca Avanzata Ricerca Avanzata

Flavio Vincenzo Ponte Il licenziamento disciplinare nel c.d. Jobs Act: riflessioni intorno al «fatto materiale»

SKU: 9916150006
Autore:
Ponte Flavio Vincenzo
Estratto Rivista

Il diritto del mercato del lavoro 1/2016

Vai alla Rivista

Issn
1590-4911
Array
49,99 €

PDFStampaEmail

L’autore si concentra sull’articolo 3 del decreto legislativo n. 23 del 2015, concernente il licenziamento disciplinare. Il nuovo quadro normativo è cambiato: a parte i casi di nullità, la reintegra è possibile solo nei casi in cui il fatto non sussiste/lo si reputa erroneamente esistente. A ben vedere, si può sostenere che il nuovo quadro giuridico non consente la reintegra anche se il fatto (che è definito come «fatto materiale») non è imputabile al lavoratore, secondo le regole ordinarie che disciplinano il sistema di responsabilità civile.

The author focuses on article 3 of legislative decree no. 23 of 2015, concerning the disciplinary dismissal. The new regulatory framework has changed: aside cases of nullity, the reinstatement is possible just in case of invented offense or when it’s mistakenly believed to exist. Moreover, it can be argued that the new legal framework doesn’t allow the reinstatement even if the offense (which is defined as “material fact”) is not attributable to the worker, according to the ordinary rules governing the civil liability system.

E-Book: Formato PDF Scaricabile

9916150006.pdf
Nr. Pagine
28
Formato
PDF