La clausola claims made tra contrasti giurisprudenziali e riconoscimenti normativi

SKU: 9918193008
Autore:
Petta Carlo
Estratto Rivista

Diritto del Mercato Assicurativo e Finanziario 1/2018

Array
49,99 €

PDFStampaEmail

Con l’ordinanza n. 1465 del 19 gennaio 2018, la Terza Sezione della Corte di Cassazione ha nuovamente messo in discussione, in continuità con due precedenti decisioni del 2017, l’impianto argomentativo della sentenza n. 9140 del 2016, con la quale si auspicava che le Sezioni Unite avessero ricomposto l’ultradecennale contrasto circa la validità della clausola claims made. L’ordinanza, che sollecita un nuovo intervento delle Sezioni Unite, appare particolarmente significativa per le incertezze interpretative di cui è foriera che potrebbero acuire un contrasto giurisprudenziale di fatto già riscontrabile nella Terza Sezione. Ma, soprattutto, le conclusioni alle quali la stessa addiviene si pongono in evidente tensione con la recente disciplina speciale che ha riconosciuto la validità della clausola in questione in materia di assicurazione obbligatoria per gli esercenti le professioni sanitarie e gli avvocati. La nota, dopo una sintetica panoramica del dibattito dottrinale e giurisprudenziale che ha interessato il sistema claims made, analizza criticamente le argomentazioni addotte nell’ordinanza, per poi approfondire taluni aspetti relativi al giudizio ex art. 1322, comma 2, c.c. della clausola alla luce dei recenti interventi legislativi.

By the order no. 1465 of 19th January 2018, the Third Section of the Court of Cassation has once again questioned the argumentative structure of sentence no. 9140 of 2016, with which the United Sections seemed to have recomposed the over ten-year interpretation contrast about the validity of the claims made clause. The order requests a new intervention of the United Sections and is particularly relevant, if one considers the possible conflicting judicial solutions. Moreover, such an order’s conclusions are clearly inconsistent with the recent special legislation which has regulated the clause in question, related to the mandatory insurance for health professionals and lawyers. The note, after a concise overview of the doctrinal and jurisprudential debate that has affected the claims made system, critically analyze the arguments put forward in the ordinance, and then deepen certain aspects related to the judgment by Art. 1322, para 2, c.c. of the clause in light of recent legislative interventions.

E-Book: Formato PDF Scaricabile

9918193008.pdf
Nr. Pagine
47
Formato
PDF