• +39 081 7645443
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ricerca Avanzata Ricerca Avanzata

Disabilità e minori nella separazione

SKU: 9921299002
Autore:
Troisi Claudia
Estratto Rivista

Comparazione e diritto civile 2/2021

Vai alla Rivista

Issn
2037-5662
Array
49,99 €

PDFStampaEmail

La coppia di genitori che dà alla luce un figlio disabile risulta maggiormente esposta a un incremento della conflittualità, che porta ad una compromissione della soddisfazione coniugale, ad amplificare un disagio preesistente o addirittura alla rottura del rapporto: più precisamente, la nascita di un figlio disabile può essere considerata una delle innumerevoli cause della separazione o del divorzio della coppia. Il modo in cui una famiglia reagisce a circostanze difficili risulta dall’interazione tra diversi fattori: le dinamiche familiari, la capacità di effettuare una valutazione corretta del problema, le strategie disponibili per affrontarlo, le risorse materiali e i supporti sociali forniti dall’esterno. I genitori che decidono di separarsi, per garantire la tutela del figlio disabile e, quindi, evitare che lo stesso possa sentire il peso degli inconvenienti derivanti dall’instaurazione di un procedimento ordinario di separazione o divorzio (tra cui la lunga durata dello stesso; gli elevati costi che comporta e che la famiglia non può affrontare, dovendo già erogare ingenti somme di danaro per le cure del figlio), possono decidere di ricorrere a degli strumenti di risoluzione della controversia alternativi rispetto al procedimento giurisdizionale ordinario e che comportino, rispetto a quest’ultimo, molteplici benefici da più punti di vista. Tra questi, la c.d. «mediazione familiare» rappresenta il principale strumento per la gestione della riorganizzazione familiare. Altro strumento di regolazione stragiudiziale di gestione della crisi coniugale è rappresentato dalla negoziazione assistita da avvocati, introdotta nel sistema giuridico italiano con il d.l. 12 settembre 2014, n. 132. Lo scopo della semplificazione prevista dalla disciplina contenuta nel decreto si ravvisa nella sottrazione di parte dei procedimenti concernenti la crisi di famiglia ai Tribunali, al fine di indirizzarli verso una definizione privata.

The couple of parents who give birth to a disabled child are more exposed to an increase in conflict, which leads to an impairment of marital satisfaction, to amplify a pre-existing discomfort or even to the breakdown of the relationship: more precisely, the birth of a disabled child can be considered one of the innumerable causes of the couple’s separation or divorce. The way in which a family reacts to difficult circumstances results from the interaction between different factors: family dynamics, the ability to make a correct assessment of the problem, the strategies available to deal with it, the material resources and social support provided from outside. Parents who decide to separate, to ensure the protection of the disabled child and, therefore, to avoid that the same can feel the burden of the inconveniences deriving from the establishment of an ordinary separation or divorce procedure (including the long duration of the same; high costs that it entails and that the family cannot face, having already to disburse large sums of money for the child’s care), may decide to resort to alternative dispute resolution tools to the ordinary judicial procedure and which involve multiple benefits from multiple points of view. Among these, the so-called “Family mediation” represents the main tool for managing family reorganization. Another tool for out-of-court regulation for the management of the marital crisis is represented by the negotiation assisted by lawyers, introduced into the Italian legal system with the legislative decree 12 September 2014, n. 132. The purpose of the simplification provided for by the discipline contained in the decree is the removal of part of the proceedings concerning the family crisis from the Courts, in order to direct them towards a private definition.

E-Book: Formato PDF Scaricabile

9921299002.pdf
Nr. Pagine
35
Formato
PDF