• +39 081 7645443
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ricerca Avanzata Ricerca Avanzata

Conditions of the recognition of the civil status of transexual and transgender people

SKU: 9918179021
Autore:
Serio Mario
Estratto Rivista

Annuario di Diritto Comparato 2018

Array
18,99 €

PDFStampaEmail

The research purports to demonstrate that in Europe, and in particular in different systems such as the Italian and the English, very significant steps forward have been made in an attempt to elaborate a full and recognizable legal status in favour of transsexual and transgender people, with, at least hopefully, a clear identification of the content of their rights and duties. Italy has finally come to the conclusion that a combination of legislative measures, wholly consistent with judicial decisions both from the Corte Costituzionale and the Corte di Cassazione, was badly needed in order to give rise to a set of principles aimed at promoting transsexual and transgender persons’ aspirations and objectives to the higher rank of fundamental human rights, to be protected through their necessary enhancement when the occasion presents itself, as when a person, who has undergone surgery, seeking to get his/her sex changed, struggles to save his/her previous marriage from a declaration of nullity. A similar trend can be traced in the English common law, thanks to the wilful disposition of the House of Lords, in the first place, and the Parliament, in strict consequence, to follow the pattern of the European Court of Human Rights in the 2002 Goodwin case and accord the people in question a fair and reasonable treatment. In this sense a clear recognition of this new attitude is undeniably shown by the passing on the part of Parliament of the Gender Recognition Act 2004. In conclusion, one can look more optimistically than in the past to what the future holds in store for the purpose of reinforcing the legal protection and recognition of transsexual and transgender people. But, it should be observed that things have rapidly changed for the better and that the process does not seem to be possibly stopped or even slowed down.

La ricerca intende dimostrare che in Europa, e in particolare in diversi ordinamenti nazionali come ad esempio quello italiano e quello inglese, sono stati fatti passi in avanti molto significativi nel tentativo di elaborare uno statuto giuridico completo a favore delle persone transessuali e transgender, con una chiara individuazione dei loro diritti e dei loro doveri. L’ordinamento italiano è pervenuto alla conclusione che una combinazione di misure legislative, in piena armonia con le pronunce della Corte Costituzionale e della Corte di Cassazione, era fortemente necessaria per dare origine ad una serie di principii volti a promuovere al più alto rango dei diritti umani fondamentali le aspirazioni e gli obiettivi delle persone transessuali e transgender, da proteggere attraverso il loro necessario potenziamento ove se ne fosse presenta l’occasione concreta, come nel caso di una persona che abbia subìto un intervento chirurgico, al fine di cambiare il proprio sesso, e che si batta per salvare il preesistente matrimonio da una dichiarazione di nullità. Una tendenza analoga può essere riscontrata nel common law inglese, in cui la House of Lords prima ed il Parlamento dopo hanno seguito la strada tracciata dalla Corte europea dei diritti dell’uomo nel 2002 nel caso Goodwin al fine di accordare alle persone transessuali e transgender un trattamento equo e ragionevole. In tal senso, una chiara testimonianza di questo nuovo atteggiamento è offerta dall’approvazione del Gender Recognition Act del 2004. In conclusione, si può guardare in modo più ottimistico rispetto al passato a ciò che il futuro riserva nel rafforzamento della protezione giuridica delle persone transessuali e transgender. Il quadro giuridico è, infatti, cambiato rapidamente in meglio e tale tendenza non sembra possa essere fermata o rallentata.

E-Book: Formato PDF Scaricabile

9918179021.pdf
Nr. Pagine
19
Formato
PDF