NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
Globalization and the Paradox of Cultural Heritage Law
SKU: 9917179013
Harding Sarah
18,99 €

Nr. Pagine:
19
Formato:
PDF
Ad una prima occhiata, il riconoscimento e la protezione del patrimonio culturale nei più disparati luoghi sembrerebbe seguire una strada opposta a quella della globalizzazione, nel tentativo di rimanere legata a diversi passati quando invece il resto del mondo si affretta confusamente verso un futuro uniforme. Ma se scaviamo un po’ più a fondo, la relazione tra globalizzazione e identità culturale è più complessa. C’è una contraddizione al cuore della globalizzazione: spinge verso l’uniformità e la creazione di una “cultura mondiale” e contemporaneamente può mobilitare la gente in favore della diversità e dell’identità di gruppo. In questa prospettiva la crescita del diritto sul patrimonio culturale è, paradossalmente, una storia tipica della globalizzazione. Il diritto sul patrimonio culturale si concentra infatti su beni che sono spesso intensamente locali, ma che hanno una portata economica e politica internazionale e quindi necessariamente connessa sia ai mercati globali sia ai diritti umani.

Upon a quick glance, the identification, protection or preservation of cultural heritage worldwide would appear to be a counter-globalization trend, an attempt to cling to bits of a simpler more diverse past when the rest of the world is rushing pell-mell towards uniformity. But if we dig a little deeper, the relationship between globalization and cultural heritage is more complicated. There is a contradiction at the heart of globalization. It pushes toward uniformity and the production of a “world culture” and yet it has the potential to mobilize people and thus support diversity and collective identities. In this way the growth of cultural heritage law is, paradoxically, a paradigmatic story of globalization. It focuses on things that are often intensely local, but with international economic and political significance, forced into the dynamics of world markets and international human rights.


Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved