NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
Dentro le dinamiche della globalizzazione: questioni di riconoscimento e di giustizia distributiva
SKU: 9917179011
Graziadei Michele
16,99 €

Nr. Pagine:
17
Formato:
PDF
L’articolo esamina alcune dinamiche legate ai processi di globalizzazione, e conclude circa la necessità di incorporare la dimensione della giustizia distributiva nel disegno di norme e di istituzioni di carattere globale. La globalizzazione ha guadagnato terreno grazie alla deregolamentazione, e all’integrazione dei mercati, sulla scia di norme e di istituzioni di carattere settoriale, con significativa accentuazione del pluralismo normativo. In questo contesto, le rivendicazioni di carattere identitario hanno preso il volo rispetto alle pretese svolte per far valere una maggiore giustizia distributiva. Il diritto internazionale economico in particolare si è sviluppato senza prendere in carico tali pretese. Nel campo della filosofia politica si è sviluppata in tempi recenti una riflessione intitolata alla giustizia globale che può essere utilizzata per pensare quali criteri di giustizia distributiva siano applicabili al di là dei confini dello Stato, in mancanza del rapporto di cittadinanza. L’articolo segnala l’importanza di tale contributo anche per il dibattito giuridico intorno alla globalizzazione, e ai suoi effetti.

Globalization must be responsive to the challenges posed by global justice issues. Global market integration and trade have been pushed through deregulation, the creation of private norms and sector specific institutions with limited normative competence. Although in the foreseeable future there will be no world government, whether is possible to achieve a just and fair world orderremains a very pertinent question. The author notes that globalisation has gone hand in hand with the upraise of new identity claims-. This has been a consequence of a market dynamic that marginalised the search for more balanced distributive outcomes. The author does not deny that globalisation has succeeded in reducing the gap between rich countries and some poor countries, which have improved their economic conditions in the last decades. Nonetheless, the levels of inequality within countries have grown as a consequence of globalisation, and will keep growing, unless issues of distributive justice are squarely address at the global level, and theories of global economic justice are fully developed. Political philosophy is exploring this possibility. The author
highlights the importance of this contribution for law as well.
Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved