NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
Un modelo de casación civil eficaz para el tribunal supremo de España
SKU: 9911179010
de la Oliva Santos Andrés
30,99 €

Nr. Pagine:
31
Formato:
PDF

Nella prima parte di questo lavoro l’autore formula diverse considerazioni sulla possibilità, ritenuta adeguata, di affrontare le riforme legislative che, in sintesi, si può riassumere avendo presente due elementi. Quanto al primo, la conoscenza più completa della realtà della giustizia nel Paese si cui si tratta escludendo criteri dottrinari aprioristici; in secondo luogo, l’applicazione accurata di criteri di prudenza legislativa, con la finalità di proporre riforme in melius, immediatamente attuabili usufruendo di quanto già esiste e non sia necessario cambiare. Su questa base propone per la Spagna di mantenere un modello processualcivilistico di doppia istanza, e al contempo continuare ad assegnare al Tribunal Supremo il ricorso di Cassazione, provvedendo però a riformarla in modo che il carico di lavoro del Tribunale sia molto minore dell’attuale e le sentenze del Tribunal Supremo possano essere qualitativamente migliori e di maggiore utilità generale. In concreto, si prospetta un nuovo modello di giudizio di Cassazione alla luce del quale il Tribunal Supremo si concentri a risolvere ricorsi fondati su violazioni di legge sostanziale (senza revisione di fonti, né di presunte violazioni alla legge processuale), sempreché concorra un interesse generale determinato dalla necessità di stabilire un parametro giurisprudenziale interpretativo delle fonti del diritto, dotato di specifica autorità. Tale interesse generale, l’interesse alla cassazione, dovrebbe prevalere in modo decisivo sul jus litigatoris e si dovrebbe considerare esistente non per arbitrio del Tribunal Supremo, ma per il contrasto della sentenza appellata con i principi enucleati dalla giurisprudenza del medesimo tribunale, ovvero per l’esistenza di giurisprudenza contrastante del tribunale di secondo grado o per l’assenza di dottrina su norme e precetti nuovi, di là dalla summa gravaminis dei casi.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved