NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
The New Role of Supreme Courts in a Political and Institutional Context from the German Point of View
SKU: 9911179013
Stürner Rolf
20,99 €

Nr. Pagine:
21
Formato:
PDF

Il contributo descrive il sistema tedesco di corti che consta di cinque diverse giurisdizioni: corti civili e penali, corti amministrative, corti in materia sociale, corti tributarie e corti del lavoro. Al vertice di ciascuna giurisdizione vi è una corte suprema federale. Inoltre, la Corte costituzionale federale è dotata di ampi poteri volti a garantire la supremazia della Carta fondamentale: la parte che si ritiene lesa dalla decisione di una delle cinque Corti supreme perché in contrasto con la Costituzione, può ricorrere alla Corte costituzionale. In molti campi del diritto le Corti supreme tedesche hanno svolto e ancora svolgono un ruolo di supplenza rispetto ad un potere legislativo passivo. Ciò è avvenuto principalmente in materia di diritto del lavoro ed in alcune aree del diritto civile quali, per esempio, garanzie mobiliari, responsabilità professionale, responsabilità medica, contenzioso su valori mobiliari, responsabilità del produttore, diritto di riservatezza o reato di diffamazione, diritto delle comunicazioni, tutela del consumatore dalle clausole abusive etc. Molti dei principi del diritto amministrativo tedesco sono stati elaborati dalla Corte suprema federale amministrativa insieme alla migliore dottrina e le leggi adottate dal Parlamento hanno come base una giurisprudenza ben consolidata. Non c’è alcun dubbio che le corti supreme tedesche svolgono un importante ruolo politico e sociale e ciò è particolarmente vero per la Corte costituzionale federale. L’importanza del ruolo della Corte costituzionale nella definizione dell’identità tedesca nel dopoguerra non può essere sottovalutata. Non c’è infatti nessuna significativa questione sociale o politica che non sia stata oggetto di una controversia costituzionale e quindi decisa dalla Corte come, per esempio, il riarmo della Germania dell’Est, l’integrazione nell’Unione Europea, le linee giuridiche della riunificazione, l’unione monetaria europea, l’uguaglianza tra uomo e donna, il diritto dei figli illegittimi, i principi della protezione dei dati personali, la materia dell’aborto, il diritto delle assicurazioni pubbliche e private, il contributo tedesco alle azioni militari della NATO o dell’ONU. La coesistenza della Corte costituzionale tedesca con le Corti europee non è priva di problemi poiché la prima non accetta l’idea di un ordine gerarchico che vede la Corte europea di giustizia e la Corte europea dei diritti dell’uomo al vertice di un sistema comune di corti europee. La Corte costituzionale tedesca preferisce l’idea di una responsabilità condivisa secondo la quale essa stessa e le corti europee cooperano all’elaborazione di principi comuni volti a definire la rule of law dell’Europa e i suoi fondamenti. L’apparente impressione di un potere giudiziario apolitico è forse dovuta allo stile molto concreto delle udienze che si svolgono presso le corti tedesche che contrasta decisamente con il gioco altamente drammatico che si svolge nelle aule di giustizia dei paesi di common law. L’influenza politica delle Corte supreme tedesche si svolge in maniera più silenziosa e talvolta gentile, ma nonostante ciò il loro ruolo politico e sociale è considerevole e non deve essere sottovalutato.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved