NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
Osservazioni sulla revocabilità della riabilitazione dell’indegno
SKU: 9919294007
Laghi Pasquale
27,99 €

Nr. Pagine:
28
Estratto Rivista

Annali della SISDiC 4/2019
Vai alla Rivista

Formato:
PDF
Isbn
9788849539578

Il tema della revocabilità della riabilitazione dell’indegno offre significativi spunti sistematico-ricostruttivi, che dalla problematica relativa all’individuazione della natura della riabilitazione in sé – con le conseguenze che ciò comporta sulla configurazione sostanziale e sulla determinazione del ruolo che un eventuale atto di revoca viene a svolgere nel complessivo procedimento devolutivo – conducono fino alle piú generali questioni inerenti alla definizione del contenuto c.d. atipico del testamento ed alla possibilità che questo si estrinsechi anche attraverso atti di ultima volontà diversi dal testamento, ma nondimeno incidenti sull’assetto post mortem degli interessi (anche patrimoniali) del de cuius. L’approfondimento di tali aspetti porta a risolvere affermativamente la questione oggetto d’indagine, superando la posizione negativa sulla quale s’era tradizionalmente assestata la dottrina piú risalente.

The revocability of the rehabilitation of the person unfit to succeed offers significant systematic-reconstructive insights that, starting with the issues arising from the definition of the nature of the rehabilitation itself – with the consequences that this implies on the substantial construction and the determination of the role that a possible revocation plays in the overall succession procedure – lead up to the more general issues related to the definition of the so-called atypical content of the will and the possibility that this may also be expressed through acts of last will that are different from the will but nevertheless affect the post-mortem structure of the interests (also economic) of the person whose succession is concerned. The analysis of these aspects makes it possible to give the question at issue a positive answer, overcoming the negative position on which the most recent scholarship had traditionally settled.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved