NOTA! Questo sito utilizza cookies e tecnologie simili .
Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Approvo', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. 
Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa.
Legge, giudizio e diritto civile
SKU: 9918194005
Perlingieri Giovanni
28,99 €

Nr. Pagine:
29
Estratto Rivista

Annali della SISDiC 2018
Vai alla Rivista

Formato:
PDF
Isbn
9788849538441

Il saggio analizza il rapporto tra legislazione e giurisdizione e approfondisce, attraverso alcune esemplificazioni, i temi della giustizia contrattuale, dell’analogia,dell’effettività, del «giusto» rimedio e dell’«emancipazione» dell’interprete dal dogmatismo. L’occasione è propizia per ridimensionare il ruolo nell’attività ermeneutica della «sensibilità comune», del «comune sentire», della «prassi», della «condivisione», del «consenso» e dell’«accettabilità sociale», in quanto, in un ordinamento fondato sul principio di legalità, la sociologia e l’«esperienza», componenti indefettibili nel processo applicativo del diritto, non possono sostituirsi o trasformarsi in strumenti alternativi al dato positivo. Si dedica attenzione anche al (falso) problema della «creatività» del procedimento ermeneutico, in quanto la decisione deve trovare il suo fondamento giustificativo all’interno del sistema ordinamentale e va motivata sotto il profilo logico, teleologico e assiologico a garanzia della prevedibilità e della controllabilità.

The essay analyses the relationship between legislation and jurisdiction and, by way of examples, delves into the themes of contractual justice, analogy, effectiveness, «fair» remedy and «emancipation» of interpreters from legal categories and dogma. The time is ripe for downplaying the role of «common sensitivity», «common feeling», «praxis», «sharing», «consent» and «social acceptability» in the hermeneutical activity, for, in a legal system based on the rule of law, sociology and «experience», which are necessary elements of the application of law, cannot replace or turn into instruments alternative to positive law. Due consideration is also given to the (false) issue of «creativity» within the hermeneutical process, for the decision must be grounded in the legal system and must be logically, teleologically and axiologically justified in order to be predictable and verifiable.

Edizioni Scientifiche Italiane E.S.I. SpA - Via Chiatamone 7 - 80121 - Napoli P.IVA: 00289510638 Copyright © All right reserved